BEVE ACQUA RISERVATA AGLI ISLAMICI: STUDENTE UCCISO A BASTONATE…

loading...

Masih, il 30 agosto scorso, in Pakistan, ha perso la vita perché credeva in Gesù e non in Maometto. A riportare la notizia sono le agenzie Fides e Asianews che hanno raccolto la testimonianza dell’avvocato della famiglia del ragazzo.

 Masih, nella sua scuola, era continuamente bullizzato dai compagni di scuola che hanno cercato in tutti i modi di convincerlo a convertirsi all’Islam.

 Lo scorso 30 agosto, però, la situazione è precipitata. Masih ha deciso di sfidare i compagni musulmani bevendo dell’acqua da un distributore vietato ai cristiani. I ragazzi musulmani lo hanno visto e hanno deciso di punirlo picchiandolo a suon di bastonate fino ad ucciderlo.

La violenza inizia tra i banchi perché i libri di testo usati fin dalle scuole primarie instillano negli allievi odio e intolleranza verso i non musulmani”, ha detto Anjum James Paul, presidente dell’associazione pachistana degli insegnanti delle minoranze.

E Naseem Kousar, un altro insegnante cristiano ha aggiunto: “Uno Stato non può affermare di essere giusto e democratico se non demolisceglielementiche discriminano e non garantisce la sicurezza di tutti i gruppi”.

http://www.ilgiornale.it/
loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *