CANI IMPURI, MUSULMANE PROTESTANO PER I CONTROLLI ANTI-DROGA…

loading...

Noi occidentali e italiani in particolare amiamo i cane. Ma, Paese che vai religione che trovi. Se la vacca per gli induisti è sacra, i cani per i musulmani sono essere impuri. E quindi bisogna stargli il più lontano possibile perché non possono essere avvicinati ai fedeli. Questa che per le persone sensate sembra una barzeletta, è invece l’ultima trovata per far rumore di alcune detenute musulmane di una prigione del Surrey, che si trova nel Regno Unito. Le carcerate si sono unite e hanno protestato vibratamente contro la direzione del penitenziario perché non volevano subire perquisizioni antidroga tramite l’utilizzo di cani appositamente addestrati per scovare sostanze stupefacenti. E per non farsi ‘annusare’ dai cani, hanno preteso e ottenuto di essere dotate, durante queste perquisizioni, di vestiti creati ad hoc per non far sentire loro il fastidio della ‘puzza’ dei cani sugli abiti che utilizzano quotidianamente. Quindi per loro una tuta speciale che viene fornita anche alle musulmane che fanno visita ai prigionieri nelle carceri inglesi.

 

Alle guardie è ordinato di lavare le tute separatamente, nonostante questo “trattamento speciale” crei difficoltà operative: “Ci stiamo facendo in quattro per andare incontro a una religione ma è una seccatura” ha riferito una fonte alla stampa.

 Alcune carcerate che non professano la religione islamica hanno protestano anch’esse in quanto si sono sentire discriminate per non poter avere vestiti nuovi e puliti come le musulmane, pur non avendo il problema dei cani poliziotto.

Un portavoce del Ministero della Giustizia ha detto al MailOnline: “Quando la religione non consente il contatto diretto con gli animali, nel corso dei controlli dei cani poliziotto gli abiti sono disponibili per i prigionieri, i visitatori e il personale e ciò non ha alcuna incidenza sulla capacità dei cani di individuare armi o droga”.

 

VERIFICA LA NOTIZIA

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *