Quel silenzio del primario: la situazione resta delicata. Nadia Toffa, ecco quale male è stato escluso

Nadia Toffa è uscita dal coma: la buona notizia è arrivata domenica, successivamente confermata da un post della Iena sui social. Resta però ricoverata al San Raffaele di Milano, da dove ha guardato la puntata del programma che domenica sera avrebbe dovuto condurre. Resta il mistero su che cosa la abbia colpita, anche perché dopo il primo bollettino medico dell’ospedale di Trieste nessuno si è sbottonato sulle sue condizioni (anche Davide Parenti, ideatore de Le Iene, ha fatto sapere che non è chiaro cosa le sia accaduto).

Qualche dettaglio in più, ora, arriva dal Corriere della Sera, che sottolinea che al momento è molto difficile prevedere quando la conduttrice de Le Iene potrà lasciare la neurorianimazione. Insomma, la situazione resta comunque molto delicata. I due primari che la stanno seguendo – Luigi Beretta e Pietro Mortini – non si vogliono esprimere sull’evoluzione delle cure. Però, si apprende, il malore non sarebbe da attribuire né a ictus né a un aneurisma. Il mistero, dunque, si infittisce: la prognosi resta riservata e la protezione della privacy è ai massimi livelli.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *