Coloro che preferiscono stare da soli hanno questi tratti della personalità

Invece oggi siamo qui per dare agli introversi delle buone notizie.
Non siete unici e non siete strani!
Anche socializzare può essere importante, e le relazioni possono essere salutari e benefiche, ci sono in realtà molti benefici che le persone che amano stare da sole guadagnano prendendosi del tempo in più per se stessi.
Di seguito vi elenchiamo 18 ragioni per cui voler stare da solo, può effettivamente essere un bene:

1- Maggiore forza emotiva

Le persone alle quali piace stare da sole, possono accettare, capire e identificare meglio le loro emozioni, perché trascorrono più tempo osservando e valutando i propri pensieri e sentimenti.
Perché hanno del tempo in più per capire le loro emozioni, hanno un’idea migliore di come gestirle. Avere questa capacità di capire, gestire e canalizzare le proprie emozioni in modo positivo, non solo conferisce potere, ma anche un senso di forza che molti non hanno.

2- Naturalmente empatici

Gli studi suggeriscono che le persone che preferiscono stare da sole sono più in contatto con i pensieri, i sentimenti e le emozioni degli altri intorno a loro, il che li rende più empatici. Questa consapevolezza delle emozioni degli altri, oltre alla loro, consente non solo di empatizzare, ma di mostrare più compassione per coloro che li circondano. Le persone empatiche possono identificare, riconoscere e sperimentare i sentimenti degli altri, possono aumentare la loro sensibilità verso gli altri esseri umani oppure consentire loro di preoccuparsi delle persone a un livello più superficiale.

3- Hanno una mente aperta

Anche se alcune persone presumono che gli introversi siano più inclini all’intimità perché non sono così toccati o esposti alle opinioni degli altri, molte persone che preferiscono la solitudine sono davvero aperte a nuove esperienze e prospettive diverse. Le persone che amano passare il tempo da sole non hanno automaticamente una mente chiusa per il mondo che li circonda; semplicemente scelgono di raccogliere una migliore comprensione del mondo in modi diversi che si adattino alla loro personalità.
(Foto)

4- Non serve l’accettazione da parte dei pari

Tenendo presente che la società moderna è così influenzata da Internet e dai social network, sapere di aver conquistato il rispetto dei nostri coetanei, può diventare un’esigenza travolgente, faremmo qualsiasi cosa per soddisfarla.
La popolarità e l’accettazione sono diventati uno dei concetti più urgenti che associamo al successo e questo può essere dannoso per il successo della vita (specialmente per la nostra salute mentale).
Invece coloro che preferiscono essere soli, sentono questo bisogno meno di coloro che ottengono soddisfazione dall’attenzione e dalla socializzazione, perché hanno avuto il tempo di conoscere e capire il proprio senso di sé. Perché hanno una migliore comprensione di chi sono, sono in grado di separare la loro autostima dalle opinioni degli altri.

5- Ammettono i loro difetti

Le persone che preferiscono stare da sole hanno maggiori probabilità di sentirsi a proprio agio nell’ammettere le proprie mancanze e sono più compatibili e d’accordo con il fatto che sono esseri imperfetti. Ciò si deve alla sensazione che provano sentendosi a proprio agio con se stessi e rimanendo soli. Essere in grado di riconoscere i nostri difetti e fallimenti, è un passo importante verso una crescita personale positiva.

6- Preferiscono la compagnia di altre persone intellettualmente simili

Sentirsi a proprio agio nell’essere soli, permette a molti introversi di essere più selettivi riguardo le persone che scelgono di avere accanto. Non sentono un bisogno costante o incessante di essere in mezzo alla folla, apprezzano il loro tempo e possono essere più selettivi nel modo in cui scelgono di spenderlo. Questo perché sanno che con o senza la compagnia degli altri, starebbero bene in ogni modo. Di conseguenza, molte persone che preferiscono stare da sole, hanno maggiori probabilità di non essere interessate a conversazioni banali o conversazioni insignificanti e preferiscono le persone che si relazionano intellettualmente e generano conversazioni più impegnative.

7- Danno valore al proprio tempo

Come accennato nel punto precedente, le persone che amano stare da sole sono più selettive perché danno valore al proprio tempo. con l’azienda che scelgono perché valutano il loro tempo. Sanno che esso è una risorsa nella nostra vita che molti trascurano o eclissano quando sono tra gli altri. Non solo valutano il proprio tempo, ma generalmente hanno anche più rispetto per il valore del tempo altrui.

8- Forte senso dell’intuizione

Le persone che preferiscono stare da sole sono più in sintonia con i loro sentimenti viscerali e si fidano di loro. Man mano che passano del tempo a conoscere se stessi, sono in grado di capire meglio, riconoscere e sfruttare la loro intuizione e, infine, a fidarsi di essa

9. Sono molto leali

Dal momento che sono più selettivi riguardo le persone da frequentare, hanno maggiori probabilità di essere fedeli alle persone che amano.
Sono più consapevoli del valore dell’amicizia e avere meno amici, significa avere maggiore facilità nel valutarli e ad esser loro fedeli.

10- Sono indipendenti

Hanno stabilito una linea più definita per comunicare con gli altri. Questa linea distingue tra il collegamento con gli altri e la dipendenza reale. Imparando ad affrontare il mondo da soli, le persone che amano la solitudine non dipendono che da se stesse.

11- Hanno opinioni ponderate sul mondo

Un equivoco che è spesso associato a coloro che preferiscono essere soli, è pensare che siano indifferenti a questioni esterne o banali, ma non è proprio così.
Probabilmente hanno trascorso più tempo seduti a valutare il mondo e hanno sviluppato opinioni incredibilmente forti e ponderate che scelgono di non condividere.

12- Sono consapevoli di se stessi

Chi preferisce stare da solo trascorre molto tempo con i propri pensieri, creando e sviluppando un livello di autocoscienza incomparabile.

13- Rispettano i limiti sani

Le persone alle piace stare sole, comprendono l’importanza di avere confini chiari e sani per il beneficio di se stessi e di coloro che li circondano. Di conseguenza, è più probabile che rispettino anche i limiti degli altri.

14- Sono coraggiosi

Poiché si sentono a proprio agio con se stessi, gli introversi non hanno paura di stare soli nel mondo, una forma di coraggio che molti non possiedono ed è meno probabile che si sentano sconfitti, che si arrendano o arretrino.

15- Persone di spessore

La loro incredibile consapevolezza e capacità di concentrazione, consente alle persone indipendenti di analizzare una situazione con una mentalità calma, razionale ed equilibrata e di trovare una soluzione in modo efficiente.

16- Mettono l’accento sull’autostima

Le persone che preferiscono stare in compagnia degli altri hanno maggiori probabilità di dimenticarsi di riflettere e valutare se stessi. Per trovare la vera felicità e formare relazioni felici e sane, abbiamo bisogno di avere una chiara comprensione e un buon apprezzamento di noi stessi.
Gli introversi si prendono il tempo per trovare le ragioni per cui amano e apprezzano se stessi, in modo che sappiano perché anche gli altri dovrebbero farlo.

17- Alla ricerca di relazioni
romantiche significative

Coloro che preferiscono stare da soli, apprezzano maggiormente l’importanza di trovare la persona giusta, perché non hanno paura di essere soli.
Hanno anche una chiara idea di cosa vogliono in un partner e resteranno sole fino a quando non troveranno quella persona che si adatta ai loro criteri.

18- Sono consapevoli dei loro punti di forza e di debolezza

Le persone che hanno una migliore comprensione di sé, hanno meno probabilità di ignorare le loro debolezze e hanno meno probabilità di sentire il bisogno di compensarle esagerando i loro punti di forza.
Essere onesti con te stessi su quali sono i punti di forza e di debolezza, è fondamentale per lo sviluppo personale.

Interessanti riflessioni, da condividere! fonte

Potrebbero interessarti anche...